Callout piè di pagina: contenuto

| Che cos’è l’iperidrosi?

L’iperidrosi è un’anomalia scatenata da un’eccessiva secrezione di sudore da parte delle ghiandole sudoripare rispetto alla loro normale attività. L’eccessiva produzione porta il sudore in superficie, provocando infiammazione, prurito e cute arrossata.

La sudorazione è un fenomeno fisiologico: il sudore ha la funzione di termoregolazione cutanea e funge da protezione formando il film idrolipidico. In normali condizioni il nostro corpo produce ½ litro di sudore al giorno, quando la temperature sale notevolmente possiamo espellerne anche più di due litri all’ora.

L’iperidrosi può avere importanti implicazioni sociali e lavorative. L’eccesso di sudore può essere scatenato da stimoli endrocini (ipoglicemia, ipotiroidismo), dietetici (consumo eccessivo di caffeina, capsaicina o agenti temogeni), farmacologici (antipiretici, antidepressivi, anfetamine) e vegetativi (vomito, nausea, dolore), senza dimenticare il “fattore stress”. Gli stati emozionali sono implicati principalmente nell’iperidrosi locale, che si riscontro in prevalenza sul palmo delle mani, nella zona ascellare, nella pianta dei piedi e sulla fronte.

Iperidrosi dott solari

| Iperidrosi primaria e secondaria

Esistono due tipologie di iperidrosi.

Iperidrosi primaria

Quando è scatenata da un fattore idiopatico, di cui non si conoscono le cause.

Iperdidrosi secondaria

Quando si manifesta attraverso un processo patologico (es. obesità, terapie ormonali, alterazioni endrocrine legate alla menopausa, malattie psichiatriche, ipertiroidismo, etc.).

| L’iperidrosi del cuoio capelluto

Spesso si confonde la sudorazione del cuoio capelluto con la seborrea. Occorre invece saper distinguere: nel caso di iperidrosi infatti le ghiandole sudoripare aumentano la produzione di acqua (caso molto diverso dall’eccessiva produzione di sebo). La cute diventa così biancastra, perde il suo naturale equilibrio e diventa opaca e sudata provocando effetti antiestetici, infiammazione e desquamazioni.

L’accumulo di sudore in eccesso può inoltre provocare persistente prurito e la cute può emanare cattivo odore. Questo perché il sudore altera l’equilibrio idro-lipidico dell’epidermide portando proliferazione batterica.

Un ulteriore problema possono essere i capelli unti: il sebo in eccesso presente sulla cute viene sciolto dal sudore e diventa oleoso portando la sensazione di capelli sporchi e grassi. Per questo spesso l’iperidrosi viene confusa con la seborrea.

| I prodotti per l’iperidrosi del cuoio capelluto

I prodotti per l’iperidrosi igienizzano e puliscono a fondo la cute lasciando un gradevole odore e una sensazione duratura di pulito e di freschezza. Inoltre i prodotti lenitivi contrastano e alleviano i fastidi causati da questa anomalia come il prurito e l’arrossamento.

Si consiglia pertanto l’utilizzo della linea Phitocomplex igienizzante che grazie alla presenza dell’estratto di limone e oli essenziali di salvia, arancio di Sicilia e pepe nero, agisce in profondità sulla cute eliminando le impurità e contribuendo a rinfrescare e proteggere il cuoio capelluto.

Inoltre la linea Phitocomplex lenitiva dona sollievo al cuoio capelluto irritato attenuando la sensazione di prurito.

Contattaci per qualsiasi info

Il team di Dott. Solari è a vostra completa disposizione. Per ogni richiesta potete compilare il modulo che trovate in questa sezione e verrete ricontattati al più presto dal nostro personale. In alternativa potete contattarci al numero 0377.57613 o inviarci una mail a info@dottsolari.com

[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Pulsante torna in alto